IL MIO PRIMO BENCHMARK

Era una cosa che avevo già proposto ad altri Clienti ma senza successo; Ivan invece ha detto si subito, senza esitazioni. Forse non sapeva a cosa stava andando incontro...

Partiamo con l'esigenza che ha fatto scaturire la richiesta: completare gli ultimi test del post processor per la nuova Okuma Multus di Torneria Dallatomasina; fino a qui, infatti, è stato provato in lavorazioni 2D (quindi tornitura, foratura, fresatura bidimensionale), ora c'era la necessità di provarlo anche in situazioni tridimensionali "spinte".

Caratteristiche: macchina già detta, un nuovissimo tornio multitasking Okuma Multus U3000. Materiale alluminio (avevamo scelto di usare l'inox Aisi 304 ma lo sbalzo ci ha fatto tornare su un materiale più "conservativo").

Cam e post processor:  Featurecam.

Utensileria: quasi tutta Sandvik (tranne il metallo duro integrale, di ignota provenienza).

Due caratteristiche su quattro non sono proprio idonee alla fresatura 3D di forme complesse: il torniofresa (non che ci sia una qualche carenza intrinseca in questo tipo di macchina, semplicemente nasce per altri impieghi), e Featurecam (non che ci sia una qualche carenza intrinseca in questo tipo di cam, semplicemente nasce per altri impieghi...).

Inoltre il pezzo in video è il primo realizzato, non ci sono state nè prove nè altri tentativi; niente di difficile, ma spesso per prove di lavoro molto più coreografiche e pregevoli ci sono dietro settimane di preparazione e di test preliminari; qui abbiamo iniziato a creare i percorsi nel momento in cui Ivan montava i morsetti giusti sul mandrino.

Il pezzo realizzato rappresenta un busto maschile inspirato ad un noto flacone di profumo degli anni '90: il file 3D fa parte della libreria esempi dell'installazione "Delcam". Lo abbiamo scelto senza un motivo particolare, ci piaceva. Le forme piuttosto armoniose e raccordate hanno a posteriori esaltato (nel bene e nel male) la qualità della fresatura.Il video sintesi si trova qui:

Qui invece un paio di foto del risultato finale:

IMG 20220901 110345IMG 20220901 110345

 

Sicuramente si poteva fare di meglio (come sempre), ma a noi piace mostrare anche i nostri limiti.


Ringrazio ancora una volta Ivan di Torneria Dallatomasina per l'estrema disponibilità: direi che ci siamo anche divertiti.

Gruppo di lavoro IA4MEC

 

Ho sempre creduto nell'aggregazione professionale; nonostante caratterialmente sia poco socievole, a livello professionale ritengo che con la collaborazione reciproca si possano ottenere vantaggi reciproci. Della serie "c'è ciccia per tutti". Iniziai a parlare di rete d'impresa, consorzi e quant'altro già nel 2016 con alcuni Clienti; tanta confusione ed indecisione, c'era bisogno anche di capire come mettere in concreto un ideale che, seppur nobile, rimane tale finchè non si trovano forme giuridiche e fiscali idonee. Inoltre, in base al tipo di progetto, c'era anche da considerare i costi iniziali per sostenerlo.

Portato avanti a spizzichi e bocconi (come direbbe qualche Amico Emiliano), durante il 2019 decisi di collocare tale progetto nell'ambito degli stampi (sia pressofusione che termoplastici): era infatti necessario decidere quali settori perseguire (la Meccanica di asportazione è vastissima e solo uno sprovveduto può pensare di poterla "abbracciare" tutta). Settore di per sè (soprattutto plastica) in crisi cronica già da anni (seppur con alti e bassi). A fine 2019 iniziai a raccogliere il primo interesse, tanto che iniziarono gli incontri on line per presentarsi tra tutti e raccogliere le idee. Dapprima in 8 Aziende, poi in 7, poi in 8 nuovamente... teleconferenze, poi incontri dal vivo (nel frattempo entrammo in pandemia), valutazioni su quale forma fiscale adottare, consulenze coi Commercialisti. Il numero di partecipanti al progetto può sembrare esiguo ma già con questi piccoli numeri mettere d'accordo tutti è un'impresa, gli stampisti poi... La mia idea iniziale era partire in 7-8 Aziende, successivamente valutare l'ingresso di altri interessati ma non andare comunque oltre la dozzina (per mantenere comunque una certa flessibilità e tempestività nella catena di comando).

Dopo tutto l'iter disquisitorio (ed anche selettivo) siamo rimasti in 4: tre Aziende produttive ed io. Il progetto è confluito in IA4MEC, Società nata ad inizio 2021; tale Società fa da capofila e si fa carico di gestire le commesse e dividerle equamente per le tre Aziende produttive; io invece ho il ruolo di volano tecnico, supporto alla programmazione e alla realizzazione dei vari manufatti, valutazioni tecnologiche ed altro.

Seppur partito in uno dei momenti peggiori della storia recente, il progetto ha già dato qualche timido riscontro; si è già creato un canale con alcuni Paesi esteri grazie ad un Agente commerciale, qualche commessa è stata già consegnata ed altre sono in preventivazione; il Gruppo di lavoro inoltre non è legato esclusivamente al mondo stampo ma ha tutta una serie di lavorazioni  collaterali che permettono al gruppo stesso di valutare anche commesse di meccanica di precisione (seppur il leitmotiv rimanga il settore stampi plastica e pressofusione).

Sito istituzionale: IA4MEC

Video di presentazione: 

 

Qui sotto invece la scansione della brochure cartacea, dalla quale evincere anche alcuni dati tecnici:

IA4MEC brochure 112IA4MEC brochure 112IA4MEC brochure 112IA4MEC brochure 112

 Il "progetto" IA4MEC è in evoluzione e non escludiamo pertanto l'inserimento di altre Aziende.

Al momento, infine, una caratteristica che ci differenzia da altre iniziative simili (comunque efficaci) è la differente provenienza territoriale dei 4 partecipanti. Sono infatti rappresentate 4 regioni (Veneto, Trentino A. Adige, Lombardia e, dal sottoscritto, anche l'Emilia Romagna) il che ci permette di "monitorare" distretti professionali diversi e, al contempo, contrastare cali di lavoro locali (ad esempio, capita che nel comprensorio lombardo stampi ci sia molto lavoro mentre, al contempo, in quello veneto sofferenza - e viceversa) avendo appunto occhi ed orecchie in più distretti nazionali.

Al momento è molto prematuro fare previsioni e valutare i risultati; sono tuttavia sicuro che mai come in questo momento storico questo tipo di aggregazione possa essere uno strumento utile/necessario per tutte le pmi nazionali ed anche, perchè no, per tutte quelle microaziende (come la mia) che vivono di servizi e che possono dunque organizzarsi meglio pianificando le ore vendute (perchè di questo viviamo, è bene ricordarlo) con un'agenda certa davanti e con degli incarichi inequivocabili (il che altrimenti non è sempre riscontrabile, anche questo va ricordato).

Ci sentiamo tra un paio d'anni per un primo bilancio.

 

 

 

 

CICLO FISSO s.r.l.
Sede Operativa:
Via Leonardo Da Vinci 118 - Cavezzo MO

Sede Legale:
Via Gambisa 74 - 41019 Soliera MO

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. - P.IVA 04072020367 - REA MO-440734
©2023
Ciclo Fisso s.r.l. - Design by ADVERA

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca su Leggi
Cliccando su Accetta, acconsenti all’uso dei cookie.